Siti web che pubblicano annunci di prostitute: non sempre e' reato - Cass. 26343/2009 - Studio Legale Avvocato Giuseppe Briganti. Consulenza legale on-line e a distanza. Assistenza legale Pesaro - Urbino e tutta Italia

Studio Legale Avvocato Giuseppe Briganti  - consulenza e assistenza legaleL'Avv. Giuseppe Briganti è Avvocato in Urbino dal 2001 e mediatore professionista e formatore nei corsi per mediatori dal 2011. Dal 2001 cura il sito www.iusreporter.it dedicato alla ricerca giuridica sul Web e al diritto delle nuove tecnologie. Svolge attività di docenza, è autore di pubblicazioni giuridiche e collabora con riviste giuridiche
(Copyright Immagine Maksym Yemelyanov - Fotolia.com)

\\ Home Page : Articolo
Siti web che pubblicano annunci di prostitute: non sempre e' reato - Cass. 26343/2009
Di Admin (del 13/10/2010 @ 14:04:08, in diritto*internet, linkato 4624 volte)

Leggi, sentenze, articoli (Copyright foto James Steidl - Fotolia.com) Il titolare di un sito web che pubblica sul sito inserzioni pubblicitarie di donne che si offrono per incontri sessuali commette il reato di favoreggiamento della prostituzione purché tale attività sia accompagnata da ulteriori attività finalizzate ad agevolarne la prostituzione, al fine di rendere più allettante l'offerta e di facilitare l'approccio con un maggior numero di clienti.

La mera pubblicazione di annunci, non accompagnata da ulteriori attività, quali, nella fattispecie, l'essersi l'imputato interessato alle foto delle donne da pubblicare, l'aver contattato il fotografo per fare delle foto nuove, il far sottoporre le donne a servizi fotografici erotici, non è penalmente rilevante.

Ciò in quanto la mera pubblicazione di annunci viene solitamente considerata un normale servizio svolto a favore della persona della prostituta e non della prostituzione.

Così la Corte di Cassazione con la sentenza 18 marzo 2009 n. 26343:

« [...] MOTIVI DELLA DECISIONE

Ritiene il Collegio che il ricorso sia infondato con riferimento al reato di favoreggiamento della prostituzione. La Corte d'appello ha infatti ritenuto sussistente tale reato perchè l'imputato non si era limitato a pubblicare gli annunci pubblicitari nel suo sito web - nel qual caso effettivamente si sarebbe dovuto adeguatamente motivare sulle ragioni per le quali non si era ritenuto trattarsi di una attività simile a quella svolta da molti quotidiani che pubblicano annunci pubblicitari del genere, solitamente considerati come un normale servizio svolto a favore della persona della prostituta e non della prostituzione - bensì perchè aveva svolto, oltre a quella della mera pubblicazione, una attività ulteriore e diversa, consistente nell'aver cooperato concretamente e dettagliatamente ad allestire la pubblicità delle donne che si offrivano per gli incontri sessuali, al fine evidentemente di rendere più allettante l'offerta e di facilitare l'approccio con un maggior numero di clienti, ed in particolare nell'essersi interessato alle foto delle donne da pubblicare, nel contattare il fotografo per fare delle foto nuove, nel fare sottoporre le donne a servizi fotografici erotici. Il Collegio quindi ritiene che non sia censurabile la motivazione con la quale la Corte d'appello ha considerato questa ulteriore attività finalizzata ad agevolare e favorire la prostituzione, facilitando le prostitute a trovare i clienti.

Sono invece fondati i motivi di ricorso relativi ai reati di induzione e sfruttamento della prostituzione. L'imputato infatti è stato ritenuto colpevole del reato di cui al capo B), ossia non solo di favoreggiamento della prostituzione, ma anche di induzione e sfruttamento della prostituzione di numerose donne, per avere procurato loro gli appartamenti in cui prostituirsi, per aver percepito un prezzo o un canone all'atto della cessione, e per essersi fatto consegnare la metà del denaro dalle prostitute.

Orbene, della sussistenza di quest'ultimi comportamenti nella sentenza impugnata non solo non viene indicato alcun elemento di prova ma nemmeno viene fornita una qualche motivazione.

In particolare, quanto all'attività di induzione, la Corte d'appello ha anche omesso di considerare che le persone che richiedevano le inserzioni pubblicitarie già svolgevano l'attività di prostituzione ancor prima di rivolgersi al ricorrente per la pubblicazione degli annunci sui siti web.

Per quanto concerne l'attività di sfruttamento della prostituzione, manca qualsiasi motivazione sul fatto che il [...] si fosse fatto consegnare - così come contestato e ritenuto dalla sentenza impugnata - metà del ricavato della prostituzione e il canone o il prezzo degli appartamenti ceduti. Anzi, anche per quanto concerne il reato di favoreggiamento della prostituzione, manca ogni motivazione sul fatto contestato - e per il quale anche l'imputato è stato condannato - di avere procurato alle donne gli appartamenti dove esercitare l'attività.

La motivazione è inoltre mancane anche sull'esistenza di un eventuale concorso del [...] con gli altri imputati nel compimento delle suddette attività, sebbene in ordine alle stessa una congrua ed adeguata motivazione era sicuramente necessaria, perchè il [...] era stato assolto dall'accusa di partecipazione all'associazione finalizzata al compimento delle attività delittuose in questione, e ciò in quanto era stato accertato che la sua attività era maggiormente defilata ed era sostanzialmente delimitata al suo lavoro di gestore dei siti web utilizzati per pubblicità delle prostitute. Manca pertanto una adeguata motivazione sulle ragioni per le quali è stato ritenuto provato che il ricorrente avrebbe concorso consapevolmente nelle suddette singole attività di induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione (ossia nelle singole induzioni, nelle singole cessioni degli appartamenti, nelle singole riscossioni dei prezzi e nelle singole consegne del ricavato della prostituzione), e ciò evidentemente con una condotta che fosse autonomamente rilevante penalmente, essendo stata esclusa qualsiasi sua condotta di adesione ai fini ed agli scopi dell'associazione per delinquere [...] »

 

Avvocato Giuseppe Briganti, avvbriganti.iusreporter.it
Visita
diritto*internet - Il non sempre facile rapporto tra Internet e la legge

Per segnalazioni e aggiornamenti, seguici su Twitter o su Facebook

Follow iusreporter on Twitter

 


Note legali. Quanto precede non costituisce né sostituisce una consulenza legale. Testi senza carattere di ufficialità

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
Per i commenti e' attivo un servizio esterno

Per commentare è attivo il box qui sotto! (servizio esterno fornito da Disqus - info privacy)

blog comments powered by Disqus


Cerca

Cerca con IR
diritto*internet
Guida mediazione civile

Share |

Consulenza legale semplice

anche via e-mail, Skype o MSN: costo da 22 a 210 euro. Maggiori informazioni - Risposte gratuite

Sezioni e articoli

Titolo
adr (2)
arbitrato (2)
articoli (2)
avvisi (12)
comprehensivelaw (6)
conciliazione e mediazione (46)
consulenza e assistenza legale (1)
consulenza legale e formazione internet (4)
consulenza legale e formazione privacy (33)
contatti e recapiti (1)
contenuti giuridici (1)
contratti-tipo (1)
convenzioni (2)
curriculum vitae (21)
deontologia forense (1)
diritto*internet (86)
domiciliazioni e collaborazioni (1)
formazione giuridica (3)
giurisprudenza (12)
informativa privacy (1)
materie trattate (1)
newsletter (1)
note legali (1)
parere pro veritate (1)
pubblicazioni (14)
pubblicita' avvocati (1)
redazione atti avvocati (1)
redazione contratti (1)
redazione lettere e atti (1)
ricerche giuridiche (1)
risposte (47)
separazione-divorzio (1)
tariffe professionali (1)
tutela siti web (1)

Catalogati per mese:
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014

Gli interventi piu' cliccati

Ultimi commenti:

su questo sito e su Iusreporter.it

Powered by Disqus

Risolvi semplicemente, rapidamente e con costi contenuti una controversia

con uno dei mezzi di risoluzione alternativa delle liti (ADR) messi a disposizione dallo Studio legale. Maggiori informazioni

Parla con l'Avvocato

Clicca qui per avviare la chat

Servizio esterno fornito da Microsoft - Non inviare dati personali - Per comunicazioni importanti utilizzare l'e-mail - Note legali - Privacy


Leggi la mia intervista su Whohub
Fammi una domanda su un qualunque argomento (no consulenza):


    Link Utili

    Titolo
    Iusreporter.it - Ricerca giuridica e diritto delle nuove tecnologie
    IRblog - Il blog giuridico di Iusreporter.it
    Avvocatlog - La rete sociale degli avvocati italiani

    newsletter e social

    Abbonati alla newsletter!

    Segui Iusreporter.it!

    Contatti e indicazioni

    Studio Legale Briganti Pesaro Urbino
    Via R. Ruggeri, 2/A
    61033 Fermignano (Pesaro - Urbino) ITALY (UE)
    Tel. (+39) 0722 6530891
    Cell. 338 9911553
    Fax (+39) 0722 654502
    E-mail
    avv.briganti@iusreporter.it
    Web
    avvbriganti.iusreporter.it

    Come raggiungerci, qr-code e altri recapiti

    Chiamami con Skype! (nome: gbriganti) Chiamami con Skype (gbriganti)
    Chiamami con MSN (avv.briganti@iusreporter.it) o utilizza, senza impegno, la chat!

    P.Iva 02088200411
    Assicurazione resp. prof.: polizza Generali n. 270872664
    Ordine degli Avvocati di Urbino - Num. iscr. Albo: 182

    Contatta lo Studio senza impegno!

    - puntuali pareri legali on-line, telefonici o in studio in tempi rapidi
    - tariffe chiare
    - informazioni accessibili e complete

    Che cos'è PayPal

    Libri

    Guida alla mediazione in materia civile e commercialeLa mediazione in materia civile e commerciale
    Guida breve al Decreto legislativo 28/2010
    E-book di Giuseppe Briganti
    Scaricalo su Lulu

    Prevenzione e risoluzione creativa dei problemi legaliAvvocato non solo "guerriero"
    altri approcci possibili per un avvocato "multidimensionale"
    E-book di Giuseppe Briganti
    Scaricalo gratuitamente su Lulu

    Guida al Codice del Consumo di Giuseppe BrigantiGuida al Codice del Consumo
    La tutela del consumatore tra nuove frontiere e vecchi confini
    Libro di Giuseppe Briganti
    Informazioni

    Altri libri

    La mia biblioteca

     

    NuoveVieAvvocati

    NuoveVieAvvocati - Le nuove frontiere della professione
    Nuovi approcci alla professione legale - info

    Risorse

    Titolo



    Copyright Giuseppe Briganti STUDIO LEGALE Avvocato GIUSEPPE BRIGANTI (Pesaro - Urbino)
    Note Legali
    Tutela della Privacy




    Avvocato Giuseppe Briganti

    Translate

    Translate with Google

    Utenti on-line


    utenti nel sito

    Feed

    Il feed RSS del sito Il feed RSS del sito



    16/04/2014 @ 12.37.49
    script eseguito in 31 ms