\\ Home Page : Articolo : Stampa
Garante privacy e cloud computing: indicazioni per l'utilizzo consapevole dei servizi cloud
Di Admin (del 21/09/2011 @ 12:30:33, in consulenza legale e formazione privacy, linkato 1570 volte)

Diritto e Internet (Copyright immagine clix) Il Garante privacy ha elaborato una serie di riflessioni e indicazioni per il corretto e consapevole trattamento dei dati personali con riferimento all'erogazione di servizi informatici che comportano l'esternalizzazione di dati, documenti e procedure (cloud computing).

Le indicazioni del Garante:

. Ponderare prioritariamente rischi e benefici dei servizi offerti

. Effettuare una verifica in ordine all'affidabilità del fornitore

. Privilegiare i servizi che favoriscono la portabilità dei dati

. Assicurarsi la disponibilità dei dati in caso di necessità

. Selezionare i dati da inserire nella cloud

. Non perdere di vista i dati

. Informarsi su dove risiederanno, concretamente, i dati

. Attenzione alle clausole contrattuali

. Verificare le politiche di persistenza dei dati legate alla loro conservazione

. Esigere e adottare opportune cautele per tutelare la confidenzialità dei dati

. Formare adeguatamente il personale

 

Approfondisci su www.garanteprivacy.it



A cura dell'Avvocato Giuseppe Briganti,
avvbriganti.iusreporter.it

Per segnalazioni e aggiornamenti, seguici su Twitter o su Facebook

Follow iusreporter on Twitter



Consulenza e formazione in materia di privacy

Studio Legale Avvocato Giuseppe Briganti

Pesaro - Urbino

Note legali. Quanto precede non costituisce né sostituisce una consulenza legale. Testi senza carattere di ufficialità