\\ Home Page : Articolo : Stampa
Bigamia nel caso di secondo matrimonio contratto all'estero da cittadino italiano?
Di Admin (del 15/04/2009 @ 12:29:19, in risposte, linkato 4157 volte)

Diritto e Internet (Copyright immagine khz) Bigamia nel caso di secondo matrimonio contratto all'estero da cittadino italiano?


Il matrimonio contratto all'estero da cittadino italiano, anche se non trascritto in Italia, spiega efficacia giuridica nel nostro Paese, in quanto la trascrizione non ha efficacia costitutiva, ma solo dichiarativa e certificativa.

Si ritiene pertanto configurabile il reato di bigamia (art. 556 codice penale) nei confronti del cittadino italiano, unito in matrimonio avente effetti civili in Italia, il quale abbia contratto all'estero un secondo matrimonio con cittadina straniera, non rilevando, in contrario, la nazionalità del coniuge.

(Così Uff. Indagini preliminari di Milano, 13 giugno 2007)

E' configurabile il delitto di bigamia nei confronti di persona che abbia contratto matrimonio all'estero con cittadino straniero, non rilevando, in contrario, la nazionalità del coniuge.

(Così Cassazione penale, sez. VI, 13 dicembre 2006, n. 9743)




Avv. Giuseppe Briganti
avvbriganti.iusreporter.it

aprile 2009
Altre risposte in tema di matrimonio



Risposte
Leggi le altre risposte o proponi un quesito
A cura dell'Avvocato Giuseppe Briganti, avvbriganti.iusreporter.it
Note legali. Quanto precede non costituisce né sostituisce una consulenza legale. Testi senza carattere di ufficialità